L’odore del Caspio si sente fino a Berlino

Luci ma soprattutto ombre del rapporto fra l’Azerbaigian e la politica tedesca

Torniamo indietro di qualche mese. Il 27 settembre 2020, in un mondo abbondantemente distratto dall’allora incipiente seconda ondata della pandemia da Coronavirus, inizia nella regione caucasica del Nagorno-Karabakh una guerra spietata, che porterà nel giro di un mese e mezzo l’Azerbaigian ad umiliare sul campo la vicina Armenia e riconquistare pressoché la totalità dei territori persi del precedente conflitto nell’area (1988-1994).

Continua a leggere “L’odore del Caspio si sente fino a Berlino”