L’8 maggio e la rielaborazione del passato

Il giorno in cui la Germania fu “salvata e annientata” al tempo stesso

Alle 2 di notte del 7 maggio 1945, all’interno di un edificio in mattoni rossi nella cittadina di Reims, nel nord della Francia, la Germania firma la sua resa.  Continua a leggere “L’8 maggio e la rielaborazione del passato”

Una Chiesa tedesca o Chiesa in Germania? Pensieri sul “Cammino sinodale” dei cattolici tedeschi

Lo scorso 1° dicembre nel Duomo di Francoforte è stato aperto un Cammino sinodale (Synodaler Weg), la cui organizzazione mette in luce differenze anche rilevanti nel modo di “essere cattolici” in Germania rispetto all’Italia. Alcuni pensieri e un tentativo di valutazione.

I commenti sia in Germania sia internazionali su questo “Cammino sinodale” – spiegheremo fra poco in cosa consiste (qui il sito in italiano) – non potevano che divergere più fortemente. Per alcuni si tratta di un nuovo modello per una gestione della Chiesa cattolica caratterizzata dalla collegialità sinodale anziché dal verticismo clericale, in coerenza con i ripetuti moniti di Papa Francesco. Per altri non meno che un tentativo di dividere la Chiesa, protestantizzarla o farle perdere tramite un’eccessiva caratterizzazione nazionale il suo carattere universale.

Continua a leggere “Una Chiesa tedesca o Chiesa in Germania? Pensieri sul “Cammino sinodale” dei cattolici tedeschi”

1953: l’accordo sul debito di Londra

Un vecchio accordo negoziato alla fine della Seconda Guerra Mondiale è tornato d’attualità. Il debito tedesco e i costi per le riparazioni di guerra naziste sono stati effettivamente rinegoziati, ma per un motivo diverso dalla solidarietà. Le condizioni imposte alla Germania vanno ben oltre i termini monetari.

L’attuale dibattito europeo sugli Eurobond – o Coronabond – vede due schieramenti opposti. Continua a leggere “1953: l’accordo sul debito di Londra”

La Digitalisierung, o il futuro che non arriva mai

La Germania e il digitale: panoramica di un rapporto conflittuale

Nelle ultime settimane la tecnologia ha permesso di aggirare molti ostacoli prodotti dal lockdown.

Continua a leggere “La Digitalisierung, o il futuro che non arriva mai”

Perché la Germania accoglie i pazienti italiani e francesi?

Dalla Baviera a Berlino in Germania si curano pazienti affetti da CoviD-19 provenienti da Italia e Francia. Un gesto di solidarietà e cosa potrebbe implicare nella gestione sanitaria della pandemia.

Nell’ultima settimana diversi Länder tedeschi hanno deciso autonomamente di accogliere pazienti provenienti da altri paesi europei e affetti da Covid-19. Continua a leggere “Perché la Germania accoglie i pazienti italiani e francesi?”

Martha Heinrich Acht: Dresda, 75 anni fa

Il settantacinquesimo anniversario del bombardamento di Dresda, buco nero della storia, della morale, della memoria

Alle dieci di sera del 13 febbraio 1945, 796 bombardieri pesanti Avro 683 Lancaster e 9 aerei marcatori De Havilland Mosquito della Royal Air Force britannica iniziarono a passare sopra la città di Dresda (nome in codice della contraerea tedesca: Martha Heinrich Acht), e in due ondate scaricarono sulla capitale sassone quasi 2700 tonnellate fra bombe esplosive e bombe incendiarie. Il giorno dopo fu il turno dei B-17 americani. Continua a leggere “Martha Heinrich Acht: Dresda, 75 anni fa”

La memoria dei tedeschi

L’antisemitismo in Germania, a settantacinque anni dalla liberazione del campo di Auschwitz

Il Giorno della Memoria è una ricorrenza molto sentita in Germania, per ovvie ragioni; il fatto poi che quest’anno ricorresse il settantacinquesimo anniversario della liberazione del campo di Auschwitz ha dato ancora più rilevanza alle celebrazioni. Continua a leggere “La memoria dei tedeschi”